Coppa Italia di sci di fondo, doppietta di Davide Graz a Falcade

Il fondista di Sappada vince entrambe le giornate dell’evento dello sci di fondo organizzato dallo Sci club Val Biois e dedicato a Ernesto Fenti. Tra le donne, una vittoria per Caterina Ganz e una per la statunitense Margie Freed. Il premio speciale alla memoria di Giovanni Viel a Beatrice Laurent e Gabriele Matli

Falcade (Belluno), 12 marzo 2023 – Due giorni ad altissima intensità a Falcade (Dolomiti Bellunesi) dove sabato 11 e domenica 12 marzo si sono svolte le due giornate dedicate alla Coppa Italia Rode di sci di fondo, manifestazione organizzata dallo Sci club Val Biois (in sinergia con lo Ski College Veneto), valida anche quale secondo memorial Ernesto Fenti, a ricordo di uno dei fondatori (e per diversi anni presidenti) dello sci club, nonché protagonista della vita associativa e amministrativa di Falcade.

230 i concorrenti al via, alcuni provenienti anche dall’estero, per un fine settimana che, dunque, è stato anche sotto l’egida della Fis (federazione internazionale sci). Nella prima giornata, dedicata alla tecnica classica, a mettere d’accordo tutti nella gara assoluta uomini (disputata sui 10 chilometri, con partenza a cronometro) è stato l’azzurro di Sappada Davide Graz (Fiamme Gialle), che ha preceduto Giovanni Ticcò (trentino delle Fiamme Oro) di 26”4 e il friulano del Centro sportivo Esercito Giuseppe Montello di 36”. Tra le donne, successo della trentina delle Fiamme Oro Caterina Ganz che ha sopravanzato la statunitense Margie Freed di 50”7 e un’altra ragazza statunitense, Alexandra Lawson, di 1’08”3.

Nella seconda giornata, dedicata alle gare in tecnica libera ad inseguimento, Davide Graz ha concesso il bis, precedendo il friulano dell’Esercito Martin Coradazzi di 34” e il bellunese Elia Barp (che proprio sulle nevi di Falcade è cresciuto agonisticamente e vive) di 34”6. Bellissima gara quella vinta da Graz, con il sappadino partito fortissimo e capace di incrementare il bottino iniziale e dietro una battaglia senza esclusione di colpi, con Barp, deluso dopo il nono posto della prima giornata, molto bravo a salire sul podio. «Esco da questo weekend sicuramente col morale alto» ha commentato Davide Graz. «La condizione fisica mi è sembrata molto buona e questa cosa mi dà molta fiducia per il finale di stagione dove vorrei provare a riscattare una stagione non superlativa per me. Ora la mia testa è già sul prossimo weekend di Coppa del mondo a Falun, in Svezia».

«Dopo il Mondiale di Planica ho finalmente ritrovato buone sensazioni» spiega Elia Barp. «Questo fine settimana mi è servito per sbloccarmi e mi dà fiducia per i prossimi appuntamenti. Questa prima stagione da Senior? Credo sia andato quasi tutto per il verso giusto: quando bisognava esserci d’ero, ho fatto le mie belle gare al Mondiale Under 23 e a quello assoluto ho fatto quel che potevo, portando comunque a casa una bella esperienza. Di sicuro, da lavorare c’è ancora tanto»

Tra le donne, la 15 chilometri Senior ha visto la vittoria della statunitense Margie Freed che si è imposta con 10”1 sulla lombarda Laura Colombo e 12”4 sulla connazionale Alexandra Lawson.

Al termine della due giorni è stato assegnato il Memorial Ernesto Fenti al comitato che ha totalizzato il maggior punteggio. A vincere è stato il comitato Fisi Alpi Centrali, davanti al Trentino e al Veneto. A consegnare i trofei, realizzati dall’artista del legno Marco Valt, la figlia di Ernesto, Lucia, e il nipote Simone.

Lo Sci club Val Biois, in collaborazione con Sportful, ha inoltre proposto, per il migliore Under 18 e la migliore Under 18 di giornata, il premio speciale dedicato alla memoria di Giovanni Viel, giornalista e speaker specializzato nello sci di fondo, scomparso un mese fa. Il premio, che è stato consegnato dalla moglie Donatella e dalla figlia Cecilia, è andato ai piemontesi Gabriele Matli e Beatrice Laurent.

«Mandiamo in archivio questa due giorni di Coppa Italia con grande soddisfazione» commenta il presidente dello Sci club Val Biois, Matteo Cagnati. «Al via ci sono stati 230 concorrenti, alcuni provenienti anche dall’estero, cosa per noi inusuale e molto gradita. Abbiamo svolto un grande lavoro nei giorni scorsi per garantire una pista all’altezza nonostante la scarsità di neve: crediamo di esserci riusciti grazie alla collaborazione di molti, dall’amministrazione comunale alle associazioni di Falcade agli sponsor. Bella anche la collaborazione con lo Ski College che ci auguriamo di implementare per far crescere ulteriormente i nostri ragazzi e lo sci di fondo in Val del Biois, un territorio da sempre legato a doppio filo con questo sport».

Qui il video della prima giornata mentre qui un po’ di”backstage”!

Ritorna il grande sci di fondo a Falcade: l’11 e 12 marzo la Coppa Italia

Ritorna il grande sci di fondo a Falcade. La località della Valle del Biois, nelle Dolomiti Bellunesi, una delle piccole grandi capitali degli sci stretti, ospiterà a metà marzo la Coppa Italia, evento che vedrà al via le categorie assolute e quelle giovanili (Juniores e Aspiranti). L’organizzazione è affidata allo Sci club Val Biois, società che da 76 anni è riferimento degli sport invernali bellunesi e non solo, con particolare riferimento allo sci di fondo.

L’appuntamento a Falcade è per sabato 11 e domenica 12 marzo, per un fine settimana che metterà in palio, oltre che i punti della Coppa Italia, anche il memorial Ernesto Fenti, uomo di sport e di montagna, fondatore e per diversi anni presidente dello Sci club Val Biois, oltre che direttore del Centro Coni di alta specializzazione per lo sci nordico in Val Bióis.

Teatro di gara sarà la pista “Pietro Scola”, struttura che negli anni ha visto la disputa di diversi eventi di livello nazionale: ultimi in ordine di tempo la Coppa Italia del 2020 (interrotta dopo la prima giornata a causa dello scoppio dell’emergenza Covid-19) e i Campionati italiani giovanili del 2018.
Ora, si riallacciano i fili della storia. Sabato 11 si svolgeranno le gare in tecnica classica su distanza, domenica 12 le gare in tecnica libera, sempre su distanza.

«Stiamo lavorando da mesi a una manifestazione che riporta lo sci di fondo di alto livello in Valle del Biois, una valle che ha sempre dato molto agli sci stretti, sia in ambito organizzativo, sia in ambito agonistico, con diversi atleti che hanno vestito la tuta azzurra» sottolinea Matteo Cagnati, presidente dello Sci club Val Biois. «Tre anni fa l’emergenza sanitaria legata al coronavirus ci ha stoppato dopo la prima giornata, vanificando gli sforzi della società e dei tanti volontari. Perciò, abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di organizzare questi nuovi due giorni di Coppa Italia che saranno anche giornate Fis (Federazione Internazionale dello Sci, ndr), con la possibilità dunque di vedere al via anche qualche atleta straniero».

Ecco i calendari regionali di sci alpino e fondo 2022-2023

Il comitato regionale Fisi ha ufficializzato in questi giorni i calendari 2022-2023. Ecco i file in allegato.

Biathlon, oltre 70 atleti alla prova promozionale di Vallada

Sono stati oltre una settantina i giovani atleti che domenica 16 ottobre hanno partecipato alla gara di biathlon organizzata dal nostro Sci Club a Vallada Agordina, una manifestazione nata con l’obbiettivo di promuovere tra i ragazzi questo sport. Grande successo per questa prova, che ha visto partecipare atleti dal Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.

Qui trovate anche tutte le classifiche

Isacco Costa domina il giro podistico di Falcade 2022

Hanno sfiorato quota 500 i concorrenti che venerdì 13 agosto hanno dato vita a quello che è uno degli appuntamenti tradizionali dell’estate sportiva dell’Agordino, vale a dire il Giro podistico di Falcade, evento proposto dallo Sci club Val Biois di Falcade in abbinata con il Mini Giro podistico, corsa dedicata ai più piccoli (under 17). 28 le edizioni per il Giro podistico, 20 quelle del Mini Giro.

«Un’ottima partecipazione e per noi una gran bella soddisfazione» sottolinea Matteo Cagnati, presidente dello Sci club Val Biois. «Per quanto riguarda il Mini Giro, è stato davvero bello vedere tanti bambini correre sulla piana: un entusiasmo contagioso quello dei piccoli runner, molti turisti e molti residenti. Relativamente al Giro podistico, anche quest’anno si è trattato di una manifestazione di ottimo livello tecnico». 

A vincere il Giro podistico, gara di poco meno di 6 chilometri che si snoda tra la Piana di Falcade e il paese, è il giovane ingegnere zoldano Isacco Costa: il più giovane della “dinastia” Costa ha dominato la gara, riuscendo a stare abbondantemente sotto i venti minuti, fermando le lancette del cronometro sul tempo di 19’15”3. Sul podio sono saliti anche due fondisti: l’agordino Lorenzo Busin, secondo a 1’24”6, e il limanese Stefano Dal Magro, terzo a 1’26”8.

In campo femminile, vittoria della fondista valdostana Virginia Cena che ha avuto la meglio in volata sull’agordina Francesca De Colò. Terza la trevigiana Chiara Lamberti, staccata di soli 2”1.

A margine del Giro podistico, l’amministrazione comunale di Falcade ha voluto premiare due ragazzi che lo scorso inverno hanno portato lustro al paese dolomitico, indossando l’azzurro a più riprese e in eventi di grandissima rilevanza: la snowboarder Lucia Dalmasso, in gara alle Olimpiadi di Pechino, e il fondista Elia Barp, medaglia d’argento nella sprint skating ai Campionati mondiali Juniores di Lygna, in Norvegia. 

Qui le classifiche di giornata.

Qui invece le classifiche per categoria del Mini Giro.

Una delle partenze del MiniGiro

Campionato regionale 22-23 gennaio 2022

Qui potete trovare il primo comunicato relativo alle gare valide per il Campionato regionale in calendario a Falcade il 22 e 23 gennaio 2022.

Qui il regolamento di gara valido per il Campionato Regionale Giovani/Senior Sportful, il Campionato Regionale Ragazzi/Allievi e il Grand Prix Ragazzi/Allievi Laser Style Italia.

Qui le comunicazioni inerenti al Grand Prix Lattebusche di domenica 23 gennaio 2022.